Login    Password       
               

Categoria: Restauro e recupero di costruzioni esistenti

Titolo: RESTAURO DI VILLA SOTTORIPA (SV)

2004

Capogruppo: Arch. Martinengo Giuseppe


descrizione immagini persone localita

L’intervento di restauro è stato eseguito su un manufatto appartenente al complesso rurale sito in prossimità della piazza del Santuario di Savona, nello spazio pianeggiante alle falde del monte S. Michele. Gli immobili possono, sulla base di fonti archivistiche, essere datatati approssimativamente al XVI secolo. L’edificio denominato “Villa Sottoripa” nell’elenco degli immobili vincolati dalla Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio della Liguria, oggetto di restauro, fa parte di un piccolo raggruppamento di case agricole, collegate da un corpo di fabbrica diruto. Esso costituisce una preziosa testimonianza dell’architettura contadina ligure, avendo conservato intatta la sua tipologia di residenza rurale con i locali attrezzati per la conduzione del fondo e per la lavorazione dei prodotti tipici dell’economia agricola: la stalla, la cantina, l’essiccatoio per le castagne, il luogo ove era installato il torchio per la produzione dell’olio, il forno per la cottura del pane, il pozzo, ecc. All’immobile si accede dalla strada provinciale tramite un breve raccordo stradale che dipartendosi da questa, ad est della Locanda del Santuario, sale al parcheggio del campo sportivo e in corrispondenza, dello spigolo sud-ovest di esso, si immette nell’area di proprietà. Il restauro ha previsto, oltre alla demolizione delle superfetazioni, i seguenti interventi:
consolidamento delle strutture murarie, con assoluto rispetto delle caratteristiche tipologiche preesistenti;
sostituzione dei solai e della copertura con struttura lignea; si segnala l’impiego per i solai e per la copertura di una struttura legno-calcestruzzo che ha consentito all’intradosso di mantenere i caratteri tradizionali dei soffitti di legno unito alle caratteristiche strutturali e alla facilità di posa in opera;
rifacimento del manto di copertura in abbadini di ardesia come l’originale proponendo la soluzione di un tetto ventilato a doppio strato;
ripresa degli intonaci nei limiti di quelli preesistenti e restauro integrativo delle murature in pietrame a vista, sia all’interno che all’esterno;
risanamento dall’umidità dell’edificio con la creazione, a monte, di un’intercapedine; parziale ricostruzione del volume crollato, nei limiti della proprietà, per dotare la casa di un adeguato spazio di soggiorno. In accordo con la Soprintendenza per i Beni Architettonici e per il Paesaggio della Liguria è stato proposta una “tettoia” chiusa da vetrate, sostenuta da grossi pilastri in muratura rustica con falda inclinata, riprendendo i caratteri tipologici del recinto che sorge davanti alla casa;
riassetto dei volumi che sorgono dietro all’edificio, aggiunti in tempi successivi al nucleo originale, che presentavano coperture eterogenee e a livello diverso, con pareggio delle altezze e un piccolo ampliamento volumetrico;
riassetto delle bucature con adeguamento della ventilazione e dell’illuminazione, indispensabile al moderno vivere civile e dotazione di adeguati servizi;
sostituzione dei serramenti, a riquadri, con tipologia analoga a quella preesistente senza prevedere l’impiego di un sistema di oscuramento esterno; dotazione di adeguate inferriate; ricostruzione dei pavimenti in elementi lapidei, in cotto o legno; recupero dei caratteri agricolo-funzionali con l’accurato restauro degli elementi salienti: pozzo, torchio, essiccatoio, ecc.
realizzazione del collegamento verticale interno con scala in legno che riprende il motivo di quella originale in dotazione all’edificio prima del restauro; parziale recupero del recinto antistante la casa con restauro dei pilastri in muratura, posa in opera di travature in legno a costituire il pergolato; tinteggiature interne ed esterne con prodotti a base calce.

descrizione immagini persone localita


Foto 1


Foto 2


Foto 3


Foto 4
descrizione immagini persone localita



Progettisti
Progettista architettonico:  Arch. Giuseppe Martinengo (SV) 
Progettista architettonico:  Arch. Lorenza Bortot (SV) 
Progettista architettonico:  Ing. Giovanni  Martinengo (CN) 

Imprese esecutrici
Opere edili:   Sacchi geom. Alberto s.r.l. (SV) 

descrizione immagini persone localita



EDIZIONI PRECEDENTI

2008


> Progetti
> Progettisti
2010


> Progetti
> Progettisti
 


© 2018 Premio PAI
Questo sito web fa uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti.
Non fa uso di cookie di profilazione.
Proseguendo con la navigazione intendi aver accettato l'uso di questi cookie.
OK
No, desidero maggiori informazioni