Login    Password       
               

Categoria: Nuove costruzioni

Titolo: VILLA UNIFAMILIARE SULLE COLLINE DI MONDOVì (CN)

2004 - 2006

Capogruppo: Arch. Danni Giampiero


descrizione immagini persone localita

L’intervento edilizio consiste nella realizzazione di una villa unifamiliare nel Comune di Mondovì (CN) in un area di nuovo impianto, in posizione particolarmente panoramica; i lavori edilizi iniziati nel novembre 2004 sono stati sostanzialmente ultimati nell’estate 2006.
L’impostazione architettonica di progetto intende realizzare un manufatto che partendo da forme geometriche pure mediante svuotamenti e limitate aggiunte realizza un insieme che ricerca l’equilibrio tra le forme disaggregate, con rimandi neoplastici, e forme cubiste. L’orientamento, lo studio delle visuali dall’interno, l’inserimento ed il rapporto con gli spazi esterni nonché la conformazione alle necessità attuali e future del gruppo familiare della committenza (due genitori e tre figli) tenta di acquisire all’interno delle considerazioni preprogettuali il bagaglio di fondamenti derivati anche dall’architettura organica e funzionalista.
Contaminazioni alla forma esterna derivano anche dalla organizzazione delle architetture interne che partendo da una serie di livelli crescenti ruotano intorno alla scala in cui è inseribile l’eventuale elevatore, creano ambienti a diverse altezze, realizzando spazi e volumi inconsueti attraverso però l’utilizzo di elementi lineari e ricercando la semplicità compositiva.
Ad un primo livello si colloca l’ingresso da cui salendo si giunge a quello della zona soggiorno e cucina, al livello intermedio è collocata la camera padronale, a quello successivo le tre camere dei figli ed ultimo uno studiolo sottotetto con antistante terrazza da cui si coglie la totalità del territorio circostante.
I materiali utilizzati si rifanno in parte alla tradizione costruttiva già sperimentata, ma utilizzati ed adattati anche in modo inconsueto, rimandi alla tradizione si riscontrano nella copertura a falde ma contrapposta dall’adiacente copertura piana, le cromie e tinteggiature usate, sono costituite da colori con scale di grigi e color sabbia che rimandano alla colore della terra e Langhe piemontesi.
La progettazione ha sostanzialmente inteso utilizzare quale stimolo la contrapposizione della tradizione e l’innovazione, facendosi contaminare da quanto avviene a livello globale e quanto a livello locale, ricercando un manufatto dalle forme semplici, funzionali e rispondenti alla committenza, in questo caso, per altro particolarmente illuminata.

descrizione immagini persone localita


Foto 1


Foto 2


Foto 3


Foto 4


Foto 5
 


Foto 6


Foto 7


Foto 8


Foto 9


Foto 10
 


Foto 11
descrizione immagini persone localita



Progettisti
Progettista architettonico:  Arch. Giampiero Danni (CN) 
Progettista strutturale:  Sig. Studio I.GE.S. (CN) 
Progettista termico:  Sig. Sicurtecnic a s.r.l. (CN) 
Progettista elettrico:  Sig. Studio arch. Giampiero Danni (CN) 
Progettista illuminotecnico:  Sig. Studio arch. Giampiero Danni (CN) 

Imprese esecutrici
Opere edili:   D’Agostino Costruzioni s.a.s.  (CN) 
Opere edili:   ILMA s.p.a. (CN) 
Opere edili:   Mauro Tommaso (CN) 
Opere edili:   Pannizzolo-Cotta (CN) 
Opere edili:   F.lli Monetto (CN) 
Serramenti:   I.S.A. Serramenti  (CN) 
Impianto elettrico:   Giampaolo Grimaldi (CN) 
Impianto termico:   Roberto Mora (CN) 
Impianto idrosanitario:   Roberto Mora (CN) 

descrizione immagini persone localita



EDIZIONI PRECEDENTI

2008


> Progetti
> Progettisti
2010


> Progetti
> Progettisti
 


© 2018 Premio PAI
Questo sito web fa uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti.
Non fa uso di cookie di profilazione.
Proseguendo con la navigazione intendi aver accettato l'uso di questi cookie.
OK
No, desidero maggiori informazioni