Login    Password       
               

Categoria: Nuove costruzioni

Titolo: IL MULINO (SV)

2005

Capogruppo: Arch. Spina Marcello


descrizione immagini persone localita

L’architettura – L’alternansi dei materiali tradizionali con i sistemi tecnologici, accentuato dal contrasto cromatico dei diversi elementi ed inciso dal gioco delle ombre create dagli aggetti sulle superfici opache, definisce una scansione ritmica delle partizioni strutturali che caratterizza i prospetti dell’edificio. La pelle esterna, costituita da muratura tradizionale ultimata “a cappotto“, è disegnata da una leggera trama incisa che ne definisce la scansione modulare in un gioco di ombre sul fondo rosso, scelto nella gamma delle tinte della tradizione ligure. Le profonde logge, accentuate dal disallineamento fra fronte esterno a maglia regolare, e pelle interna in muratura, proiettano verso l’esterno gli spazi abitativi e, grazie al clima favorevole del sito, ne diventano una naturale estensione: nelle unità residenziali la sensazione si amplifica, proietta lo sguardo verso l’orizzonte; la loggia e le ampie finestrature dominano lo spazio interno, svuotano le pareti perimetrali e, per contrasto, i muri interni appaiono come gli unici confini visivi di uno spazio indefinito.

Il sistema-logge – In questo senso il nuovo edificio risulta moderno e diverso dal tessuto edilizio tradizionale che lo circonda; lo spazio dell’abitare, che in generale si articola su schemi equilibrati di fruibilità e percezione visiva, in questo progetto si è modulato su altri canoni, lasciando gioco alla luce e all’aria. La scelta di utilizzare materiali industriali con elevate prestazioni tecniche è stata in parte dettata dalla necessità di affrontare i problemi legati alla condizione microclimatica del sito, prospiciente il litorale: la corrosione dei metalli causata dal salino, la spinta del vento in caso di tempesta, il forte riflesso della superficie del mare causano un logorio, una veloce decadenza di tutti i materiali tradizionali, non particolarmente predisposti a resistere agli agenti agressivi. I blocchi aggettanti delle logge, incastonati nei corpi alti residenziali, sono realizzati con un sistema tecnologico avanzato, costituito da un’anima strutturale in acciaio e pannelli di finitura in alluminio di spessore, verniciati con vernici epossidiche a polvere in tinta grigio scuro; i parapetti delle logge.

Il basamento – È stato realizzato con un sistema di elementi prefabbricati, realizzati su disegno originale, finalizzando il progetto architettonico ad esigenze funzionali. Gli elementi verticali, a doppia altezza, e gli orizzontali di grande luce, fasciano le strutture portanti in cls gettate in opera, alle quali sono ancorati con giunti speciali, dando origine a cavedi tecnici per il passaggio delle tubazioni del gas, dei pluviali, degli sfiati e dei camini e dell’impianto di irrigazione automatico.

La “corte” interna – Il sistema di percorsi verticali, ascensori e scale, che portano ai piani della residenza si sviluppa al centro della profonda manica dell’edificio e i necessari requisiti di aerazione e illuminazione vengono soddifatti attraverso la creazione di una chiostrina funzionale a cielo aperto che attraversa il volume dal piano terra alla copertura: un effetto luce che la vetrata ad ampie specchiature amplifica, simulando una situazione di corte interna resa ancora più realistica dall’illusoria scena dipinta sulla parete di sfondo; l’ascensore trasparente che percorre questo vuoto permette di cogliere tutte le sfaccettature della scenografia e trasforma uno spazio tecnico funzionale in un elemento dominante nell’articolazione degli spazi interni. Al piano terra la chiostrina ospita un giardino di palme – vere e dipinte – che accompagnano il percorso pubblico della futura galleria commerciale.

I satelliti impiantistici – realtà e sogno: l’alta tecnologia dei satelliti dell’impianto di riscaldamento e acqua calda sanitaria e l’illusione della scena dipinta, nella corte interna. I“satelliti” (uno per ciascun appartamento) presiedono ad una doppia funzione: fornitura e contabilizzazione del calore necessario al riscaldamento dell’unità abitativa e produzione istantanea dell’acqua calda sanitaria (con relativa contabilizzazione); sono inoltre dotati di sistema di ricircolo dell’acqua calda sanitaria per minimizzare i tempi di attesa dell’utente e collegamento alla linea elettrica di emergenza condominiale per consentire il funzionamento anche in caso di black-out.

descrizione immagini persone localita


Foto 1


Foto 2


Foto 3


Foto 4


Foto 5
 


Foto 6


Foto 7


Foto 8
descrizione immagini persone localita



Progettisti
Progettista architettonico:  Arch. Marcello Spina (SV) 
Progettista architettonico:  Sig. Paolo Morelli (SV) 
Progettista strutturale:  Ing. Alfredo Natali Minoja (SV) 
Progettista strutturale:  Ing. Adriana Pesce (CN) 
Progettista termico:  Sig. Luciano Poggi (CN) 
Progettista elettrico:  Ing. Carlo Richero (CN) 
Progettista prevenzione incendi:  Arch. Maria Spina (CN) 

Imprese esecutrici

descrizione immagini persone localita



EDIZIONI PRECEDENTI

2008


> Progetti
> Progettisti
2010


> Progetti
> Progettisti
 


© 2018 Premio PAI
Questo sito web fa uso di cookie tecnici 'di sessione', persistenti e di Terze Parti.
Non fa uso di cookie di profilazione.
Proseguendo con la navigazione intendi aver accettato l'uso di questi cookie.
OK
No, desidero maggiori informazioni